Emma Bonino is Italy’s new foreign minister, by Mark Leonard, 27 April 2013

20130429_Bonino_2_dettaglioA

After months of bad news from Italy, at last we have some good news: Emma Bonino, a committed European and a dynamic force in EU politics for many years (as well as an ECFR board member!), has been appointed the country’s foreign minister. With progress on a new government at last being made under Enrico Letta, it looks like Italy is reemerging as a key and credible European Union member state.

Italy will benefit from having a stateswoman with experience and energy. As a former European Commissioner, European Parliamentarian and Europe and trade minister her knowledge of the European system will be a great help to her country at a time of crisis. But more important than that, European foreign policy will get a shot in the arm from having someone with vision, principle and determination taking her place at the Foreign Affairs Council.

Emma Bonino has been a long-term champion of an integrated and outward-looking Europe that lives us to the values it claims to embody. As such she has been an advocate of engaging Turkey (she was a member of the independent commission on Turkey), supporting change in the Arab world (she has lived in Egypt and done much to work with civil society across the region), supporting post-conflict reconstruction (she set up the EU’s humaintarian affairs agency), for enlargement, as well as being a consistent and brave campaigner for women’s and human rights.

Anyone who has met Emma Bonino knows that she brings to her work a ferocious work ethic, a flamboyant style, and a creative and pragmatic focus on results. We wish her all the best in her important new role.

TRADUZIONE

Emma Bonino è il nuovo Ministro degli Esteri italiano

Dopo mesi di cattive notizie dall’Italia, alla fine ne abbiamo avute di buone: Emma Bonino, un’europeista convinta e protagonista di grande forza e dinamismo della politica Ue per tanti anni (così come Board member di ECFR!) è stata nominata Ministro degli Esteri. Mentre Enrico Letta sta finalmente riuscendo a formare un nuovo governo, sembra che l’Italia stia riemergendo come stato membro dotato di credibilità e in grado di ricoprire un ruolo chiave all’interno dell’Ue.

L’Italia trarrà benefici da questa statista dotata di esperienza ed energia. In quanto ex Commissario Ue, ex europarlamentare ed ex ministro del Commercio e agli Affari europei, la sua conoscenza del sistema europeo sarà di grande aiuto per il suo Paese in questo momento di crisi. Ma ancora più significativamente, la politica estera europea verrà rilanciata grazie ad una donna dotata di una visione, principi e determinazione, che prenderà il suo posto al Consiglio Affari Esteri.

Emma Bonino è da lungo tempo sostenitrice di un’Europe integrata e in grado di proiettarsi all’esterno, capace di testimoniare in concreto i valori che sostiene di impersonare. In questa veste supporta da tempo la necessità di coinvolgere la Turchia (è stata membro della commissione indipendente sulla Turchia), facilitare la transizione nel mondo arabo (ha vissuto in Egitto e fatto molto per lavorare con la società civile nella regione), sostenere la ricostruzione post-conflitto (ha creato l’agenzia europea per gli aiuti umanitari) e l’allargamento, ed è anche una sostenitrice coraggiosa e coerente dei diritti umani e di quelli delle donne.

Chiunque abbia conosciuto Emma Bonino sa che affronterà il suo compito con un’intensa etica lavorativa, uno stile eccentrico e un’attenzione creativa e pragmatica ai risultati. Le auguriamo il meglio per il suo nuovo ed importante ruolo.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: