Il rapporto di ECFR sulla “special relationship” tra Cina e Germania su “Sette”, settimanale del Corriere della Sera

Sette“, il settimanale del Corriere della Sera, ha dedicato due articoli al rapporto speciale instauratosi tra Cina e Germania, un rapporto che, da puramente commerciale, si sta trasformando in un’intesa globale. Entrambi gli articoli (“Unica certezza, la Germania è europeista” e “Berlino si, Berlino no: Angela all’esame mondo“, 25 maggio 2012) hanno menzionato il rapporto di ECFR “China and Germany: why the emerging special relationship matters for Europe” a cura di Hans Kundnani , Direttore Editoriale di ECFR, e Jonas Parello-Plesner, ECFR Senior Policy Fellow.

Unica certezza, la Germania è europeista

“C’è una terza realtà da prendere in considerazione per capire dove batte e batterà il cuore della potenza al centro dell’Europa. Nei giorni scorsi, lo European Council on Foreign Relations ha dedicato un lungo studio a quella che definisce una “relazione speciale” e addirittura “simbiotica” tra Germania e Cina. In termini commerciali, per le esportazioni tedesche, il mercato cinese ha già superato quello americano ed entro il 2015 supererà quello francese, storicamente il più importante”.

Berlino si, Berlino no

Vista da Pechino si legge Germania ma si dice Europa. O viceversa. Perché la Repubblica Federale, che stabilì rapporti dilomatici con Mao Zedong esattamente quarant’anni fa, resta ancora oggi il perno della percezione della UE da parte della Cina. Basta tenere il conto delle visite dei rispettivi leader per cogliere un’attrazione più che strategica.”

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: